Dipartimento di Scienze della Formazione



Prof.ssa DUNIA PEPE



Vai alla Bacheca Personale del Docente >>

Informazioni personali
Qualifica Docente a contratto
Settore Scientifico Disciplinare Non assegnato
Tel Non indicato
Fax Non indicato
Cellulare aziendale Non indicato
Email d.pepe@isfol.it
Indirizzo Via Milazzo 11/B
Ufficio
Struttura/Afferenza Amministrazione
Funzione
Altre Informazioni Sito web: visualizza






In qualità di ricercatrice INAPP - ex Isfol - dal 2012 è responsabile di una ricerca riguardante l’impatto dei processi di innovazione e di digitalizzazione, caratteristici della società della conoscenza, sulle dinamiche di inclusione sociale e di transizione dai sistemi dell’istruzione e della formazione verso il lavoro.

I risultati della ricerca sono pubblicati in un Portlet accessibile dal Sito Isfol: “Innovazione, inclusione sociale e transizioni verso il lavoro”.

http://www.isfol.it/temi/Inclusione_sociale/rete-innovazione-e-inclusione-sociale/gruppo-di-lavoro.

Precedentemente ha svolto attività di ricerca sull'innovazione dei modelli di formazione e sul ruolo delle competenze e delle competenze strategiche, nella formazione e nel lavoro, per lo sviluppo del lifelong learning nel quadro delle politiche europee per lo sviluppo della knowledge society.

Dal 2007 è Docente del Laboratorio di Metodologie della Formazione Professionale presso il Corso di Laurea Magistrale del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre.

Il  Corso riguarda i temi della progettazione formativa visti nella prospettiva di sviluppo della knowledge society, dell'importanza che vi assumono il lifelong learning ed i processi innovativi legati alla digitalizzazione

Il Corso riguarda altresì, specificamente, l'impatto ed il ruolo esercitati dalle nuove tecnologie, da un lato, sui modelli di apprendimento e di formazione, dall'altro, sull'evoluzione delle professioni e sui mutamenti della realtà lavorativa e sociale.

I modelli di progettazione formativa vengono quindi analizzati e sperimentati, in seno al Laboratorio di "Metodologie della Formazione professionale", anche in riferimento a modelli innovativi di formazione quali l’e-learning, il blended learning, le simulazioni, il coding, i mdelli di fabbricazione digitale, la formazione “one to one”, le comunità di pratica.

Precedentemente è stata assistente presso l'Istituto Jean Piaget dell'Università di Ginevra

 

Vai alla Bacheca Personale del Docente >>






Ultimi 3 avvisi pubblicati: (Clicca qui per visualizzare la bacheca completa)


Laboratorio di Metodologie della Formazione Professionale 2017 - 2018 - Programma per studenti frequentanti



Le lezioni si svolgeranno tutti i lunedì, a partire dal 9 ottobre sino al 18 dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 18.00,presso l'aula 13 della Sede Ex Caserma Sani. Il Laboratorio si svolge in modalità blended learning, vale a dire in parte in presenza ed in parte sulla piattaforma Moodle di Dipartimento. Esso si pone l'obiettivo di dare agli studenti un'adeguata formazione, in termini teorici ed operativi, sulla progettazione formativa. Specificamente durante lo svolgimento del Laboratorio gli studenti, organizzati in piccoli gruppi, elaborano concretamente su piattaforma Moodle un progetto formativo riguardante un tema, a loro scelta, con metodi e strumenti da loro messi a punto quali il blended learning, l’e-learning, la formazione d'aula, ecc. All'interno di questa simulazione, gli studenti riflettono e decidono sui tempi di attuazione del progetto e sui suoi costi. Essi scelgono altresì un target di beneficiari secondo i contenuti e gli obiettivi del progetto stesso: manager d'azienda, studenti, artigiani, dipendenti pubblici, ecc. Il Laboratorio di Metodologie della Formazione Professionale, per poter offrire agli studenti sia gli strumenti teorici che operativi della progettazione formative, espone prioritariamente il quadro teorico di riferimento delle scienze della formazione in relazione, da un lato, a discipline quali la pedagogia, la psicologia e la sociologia, e, dall’altro, a materie specialistiche riguardanti la progettazione e l’erogazione della formazione. Lo studio delle discipline e delle pratiche che hanno accompagnato l’evoluzione della formazione e della formazione professionale viene considerato in relazione ai modelli ed agli strumenti della società dell’informazione e della digitalizzazione che appaiono particolarmente significativi ed utili per la formazione stessa: in particolare la grande diffusione dei modelli e-learning, le nuove tecnologie per l’apprendimento, le pratiche più innovative legate allo sviluppo del pensiero computazionale ed alla fabbricazione digitale. In una prospettiva generale, le tematiche relative all’evoluzione della formazione professionale vengono affrontate anche in riferimento all’evoluzione della società verso il modello 4.0. Modello caratterizzato anche in termini di sviluppo economico e produttivo da forti processi di interconnessione e dalla diffusione dell’internet delle cose; dal ruolo svolto dalla realtà aumentata, dalla robotica e dall’intelligenza artificiale; da strategie e pratiche formative capaci di consentire ai cittadini di affrontare le sfide dell’innovazione, della flessibilità e dei rapidi mutamenti del mercato del lavoro. Più specificamente, si fa riferimento ai concetti di lifelong learning e di lifewide learning; di competenza e di meta-competenza, alla capacità di ‘apprendere ad apprendere’, all’e-learning, alla formazione on-line e blended learning, alla capacità di programmazione e di digital fabrication, alle competenze digitali utili per i lavori del futuro. Lo scopo è quello di arrivare ad una definizione dei modelli e delle metodologie della Formazione Professionale come insieme di “strumenti" grazie ai quali affrontare le sfide della società contemporanea; vale a dire come insieme di conoscenze e di strumenti flessibili grazie ai quali l’individuo può adattarsi e riadattarsi continuamente alle esigenze ed alle continue trasformazioni del suo contesto lavorativo e sociale di riferimento. L’elaborazione del “Progetto formativo” consente proprio agli studenti di comprendere, applicare e sperimentare i modelli teorici e gli strumenti elaborati durante la frequenza al Laboratorio. 3. Libri di testo consigliati V. Castello e D. Pepe (a cura di), Apprendimento e nuove tecnologie. Modelli e strumenti, FrancoAngeli, Milano, 2010. D. Lipari e S. Capogna (a cura di), Nuove parole della formazione, Palinsesto, Roma, 2014 Dispense Sitografia di riferimento: D. Pepe “Innovazione e inclusione sociale”, testo consultabile al sito: www.isfol.it/temi/Inclusione_sociale/rete-innovazione-e-inclusione-sociale/ Newletter della Fondazione Mondo Digitale www.mondodigitale.org/it/newsletter/

Indice: Didattica - Laboratori

Pubblicato il: 25/10/2017 Autore: DUNIA PEPE

Nessun file allegato per questo messaggio.


Laboratorio di Metodologie della Formazione Professionale 2017 -18 - Programma non frequentanti



Gli studenti non frequentanti debbono preparare l’esame attraverso le seguenti letture: - la lettura del volume Castello, V. e Pepe D. (a cura di), Apprendimento e nuove tecnologie. Modelli e strumenti, FrancoAngeli, Milano, 2010. - La lettura del volume D. Lipari e S. Capogna (a cura di), Nuove parole della formazione, Palinsesto, Roma, 2014 - Alcuni capitoli tratti dal libro Montedoro C. e Pepe D. (2007) La riflessività nella formazione. Modelli e metodi. Il libro può essere scaricato gratuitamente dal sito Isfol al Link di seguito indicato http://www.labeleuropeolingue.it/guida/biblioteca/riflessivita1.pdf Gli studenti non frequentanti debbono infine presentare, in sede di esame, una relazione su un’esperienza di formazione che hanno vissuto o percepito come particolarmente significativa nel corso della loro vita professionale e no. Questa esperienza di formazione può essere descritta seguendo, in linea generale, lo schema di seguito riportato: 1. indicare il promotore del progetto formativo; 2. indicare gli utenti del progetto formativo 3. indicare gli obiettivi del progetto formativo 4. indicare i contenuti del progeto formativo 5. indicare gli utenti del progetto formativo 6. indicare la durata del progetto e l’eventuale articolazione in moduli 7. descrivere i risultati ottenuti in termini di apprendimenti e/o di aggiornamento professionale

Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 25/10/2017 Autore: DUNIA PEPE

Nessun file allegato per questo messaggio.


Laboratorio di Metodologie della Formazione Professionale 2017 - 18 - Ricevimento degli studenti



Per un appuntamento o per chiedere informazioni è possibile contattare la Professoressa Dunia Pepe telefonando ai numeri 06.85447180 oppure 3407473602. E' altresi possibile scrivere alla email d.pepe@inapp.org

Indice: Didattica - Programmi

Pubblicato il: 25/10/2017 Autore: DUNIA PEPE

Nessun file allegato per questo messaggio.


Visualizza la bacheca completa